Home

CORSO SA1 - ZERBION 02 febbraio 2014

E-mail Stampa PDF

Tutto è iniziato quando in settimana abbiamo deciso che domenica la gita si sarebbe fatta; così, presi dai sensi di colpa, abbiamo provato a smorzare l’effetto “prima uscita del corso con neve e freddo senza sole e visibilità” con un ritrovo molto più simile a un pomeridiano che ad un mattutino, confidando anche nella possibile schiarita in tarda giornata.

In realtà la schiarita sembrava anticipare e in macchina cominciava a crescere l’ottimismo.

Arrivati al parcheggio di Promiod , una debole nevicata ci riportava alla realtà e con la complicità del riscaldamento  dell’auto ognuno di noi se ne stava rintanato all’interno … nessuno osava uscire per sfidare vento e bufera.

A svegliarci da questo dolce tepore  e riportarci in vita è bastato un semplice richiamo che è risuonato nelle nostre teste come un vero e proprio uragano e che da oggi nessuno scorderà tanto facilmente > .

A quel punto le portiere delle macchine sono scattate come lampi e in un attimo eravamo vestiti e bardati di tutto punto.

Per essere ancora più convincente qualcuno ha riesumato attrezzatura da museo , tanto da suscitare tanti bei ricordi tra coloro più datati e tanta curiosità tra i ragazzini (NDR l’attrezzatura ha ancora funzionato più che egregiamente !).

Lentamente abbiamo abbandonato il piccolo paesino inoltrandoci nel buio vallone e superando non senza difficoltà la piccola porta d’ingresso.

 

Abbiamo proseguito la gita in uno scenario magico, da cartolina, che sollevava da ogni fatica e che, come sempre,  ripagava di tutti i sacrifici fatti. Vista tutta questa rinascita di ottimismo , per non farci mancare niente, abbiamo pensato bene di dedicare un’oretta alla ricerca ARTVA … con grande gioia da parte di tutti … o no !?!?!?!?!

Bene , la prima è andata ,

grazie a tutti i partecipanti...

... alla prossima

darietto